Sconto in fattura infissi Saronno: facciamo un po’ di chiarezza | parte 2

Nell’articolo della scorsa settimana, ti ho parlato di quali sono i 3 interventi trainanti per usufruire dello sconto in fattura infissi.

Se te lo sei perso, lo trovi qui.

Oggi, invece, insieme al mio commercialista, Pierluigi Ritrovato di Saronno, andremo ad analizzare i restanti commi dell’articolo 119 del decreto rilancio.

In particolare vedremo quali sono gli altri interventi che si possono abbinare ai 3 principali, in modo da poter usufruire dell’ecobonus 110%.

Come lo scorso articolo, anche questa volta mi farò da parte e lascerò la parola a chi è del mestiere, ossia il mio commercialista.

Cominciamo!

 

Decreto rilancio: significato comma 2 art. 119

 

“Ciao Stefano e ciao a tutti.

Allora, la scorsa volta abbiamo analizzato il significato del comma 1 dell’articolo 119 del decreto rilancio. Oggi, per continuare il discorso iniziato la scorsa volta, analizzeremo il comma 2, il quale stabilisce un altro elemento importante.

Vediamo di che si tratta.

Se congiuntamente a uno dei 3 interventi trainanti previsti del comma 1, vengono effettuati altri interventi di coibentazione già esistenti, questi ultimi rientreranno sotto il ‘cappello’ dello sconto in fattura infissi al 110%.

Però ci tengo a sottolineare che per far sì che ciò avvenga è indispensabile che siano abbinati a uno dei 3 interventi trainanti.

Chiaramente, verranno valutati anche i requisiti tecnici minimi per questi interventi, che richiedono standard molto elevati.

Ora, qualcosa è già stato previsto nel decreto rilancio, il quale stabilisce che ci dovrà essere il miglioramento di almeno 2 classi energetiche

E, se questo non è possibile, ci dovrà essere il conseguimento di una classe energetica più alta, che deve essere attestata dall’APE pre e post intervento.

Poi, un altro requisito indispensabile per quanto riguarda la coibentazione, è il fatto che dovrà esserci un utile relativo all’uso dei materiali

In particolare, questi interventi dovranno rispettare dei criteri ambientali minimi definiti dal decreto ministeriale dell’11 ottobre 2017 per i materiali di costruzione, sia per quanto riguarda l’efficienza energetica, sia per la loro possibilità di riciclo.

Mentre, scavando sempre più in profondità, troviamo il comma 4.”

 

Significato comma 4 dell’articolo 119 per sconto in fattura infissi

 

“Il comma 4 dell’articolo 119 del decreto rilancio stabilisce un’altra tipologia di intervento agevolabile con ecobonus 110%.

Riguarda gli interventi di consuntamento antisismico, per le spese sostenute tra il 1’ luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

Qui, il fatto curioso è la possibilità di aumentare la detraibilità, con determinati requisiti, della polizza antisismica. Detraibilità che potrebbe passare dal 19% al 90%.”

 

Ecobonus sconto in fattura: commi da 5 a 7

 

I commi dal 5’ al 7’ dell’articolo 119, definiscono l’installazione di impianti fotovoltaici integrati per usufruire dello sconto in fattura infissi. Però, in questo caso devono essere abbinati o ai 3 interventi trainanti, oppure agli interventi di consolidamento antisismico.

Il limite di spesa previsto è di 48.000€, o comunque nel limite di spesa di €2.400 per ogni KiloWatt di potenza nominale dell’impianto fotovoltaico.

La detrazione, poi, è riconosciuta anche per l’installazione, contestualmente all’impianto o successiva, di sistemi di accumulo integrati degli impianti solari fotovoltaici. A patto però, che poi venga ceduta l’energia non consumata.

Infine, riguardo all’ultimo comma di questa tipologia di interventi, vi è l’economia di ricarica dei veicoli elettrici. Anche queste, oggi agevolate al 50%, se abbinate a un intervento di ristrutturazione integrale dell’edificio, consente di rientrare nell’ecobonus 110%.”

Quindi, per concludere:

 

Conviene ristrutturare casa approfittando dello sconto in fattura infissi?

 

Beh, sì, perché è vero che oggi investi dei soldi, ma sai che domani ti rientreranno.

Diciamo che il linea generale, potresti arrivare a spendere 0€.

Ma sentiamo il consiglio del mio commercialista a riguardo:

“Sì, conviene ristrutturare casa perché comunque poi l’immobile acquista valore”

Quindi, ricapitolando:

Per approfittare dello sconto in fattura infissi sono necessari i 3 interventi trainanti che abbiamo elencato nello scorso articolo.

Lo stesso vale per gli interventi visti in questo articolo, ma solo se abbinati ai 3 interventi trainanti.

Per comodità, ti riporto qui i 3 interventi trainanti:

1.cappotto termico;

2.sostituzione dell’impianto di riscaldamento a livello condominiale;

3.sostituzione dell’impianto di riscaldamento a livello unifamiliare. 

Hai ancora dubbi o perplessità riguardo all’ecobonus 110%?

Oppure hai compreso il tutto e vorresti approfittare subito delle sconto in fattura infissi?

In entrambi i casi, compila il form qui sotto e in meno di 24h ti contatterò personalmente.

A presto,

Stefano

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Stefano Comida

Stefano Comida

Questo è il mio blog dove ti aiuterò nella scelta dei tuoi nuovi serramenti, senza commettere errori!

Contattami se sei interessato a cambiare le tue vecchie finestre.

Stefano Comida | Consulente infissi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: